L’E.P.A.S.S. si costituisce il 2 maggio 1976 a Bisceglie in via Petronelli, 6  per iniziativa di Mauro Cozzoli (teologo della morale), Giulia Di Leo Belsito (assistente sociale), Domenico Laganara (medico neurologo), Pasquale Laganara (medico ginecologo) e Vito Ventura (magistrato).

L’atto costitutivo è privo di statuto per cui il 20 marzo 1979 si redige un secondo atto con annesso statuto, registrato a Trani il 2 aprile 1979 al n. 1059.

Nato con lo scopo di “prestare assistenza alla famiglia, formata o in formazione, alla paternità e maternità responsabile, e di favorire lo sviluppo dei valori morali e sociali dello stesso nucleo familiare” (art. 3 dello Statuto del 1979), l’Ente con successive modifiche statutarie precisa meglio finalità e ambiti d’intervento adattandoli ai cambiamenti socio-culturali in atto e alle nuove disposizioni legislative.

In particolare:

  • il 4/11/88 si esplicitano la natura non lucrativa e l’ispirazione cristiana;
  • l’8/2/94 si adeguano le norme alla legge sul volontariato (226/91). S’indica, inoltre, la nuova sede, corrispondente all’attuale;
  • l’11/12/98 si aggiunge la qualifica di onlus alla denominazione E.P.A.S.S..

Annovera i seguenti PRESIDENTI:

  1. Vitantonio Ventura dal 15/12/77 al 17/01/79
  2. Giulia Di Leo dal 18/01/79 al 15/03/83
  3. Mauro De Cillis dal 16/03/83 all’11/11/96
  4. Pietro Arcieri dal 12/11/96 al 20/10/05
  5. Giuseppe Acquaviva dal 21/10/05 all’1/11/10
  6. Luigi De Pinto dal 2/11/10 a tutt’oggi

Nel corso della sua storia l’E. P. A. S. S. ha istituito il Consultorio Familiare, servizio tutt’ora erogato, il Centro Giovanile Metropolis e il Servizio Anziani, oggi non più attivi.

  • Dopo i primi passi, il Consultorio Familiare si struttura in unità operativa stabile, a partire dal marzo 1983. Amplia i suoi servizi e si afferma sul territorio sotto la direzione di Luigi De Pinto e le presidenze di Mauro De Cillis e don Pierino Arcieri. Si consolida con le direzioni di Antonio Di Gioia, Giuseppe Acquaviva, Paolo Papagni e Sergio Ruggieri.
  • Il Centro Giovanile Metropolis, ideato e diretto da don Tonio Dell’Olio, nasce il 13/09/1986 per prevenire il disagio sociale dei giovani e degli adolescenti, riconducibile ad una diffusa “cultura del vuoto”. Il Centro riempie il “vuoto” proponendo un uso alternativo del tempo libero articolato in attività o Centri di interesse.

Dal 1991 al 2004 il Centro realizza il Progetto P.O.R.T.A. (Prevenzione, Orientamento, Recupero, Tossicodipendenti e Ascolto), finanziato dallo Stato in convenzione con il Comune di Bisceglie per contrastare la tossicodipendenza con azioni di prevenzione realizzate attraverso la Ludoteca “Ludolandia” e il Centro diurno per minori “Metro Junior”. Il progetto si avvale dell’équipe d’ascolto, sostegno e mediazione, opearnte nel Consultorio Familiare.

  • Nel 1986 l’Ente progetta il Servizio Anziani. Promotore è don Pierino Arcieri che pensa soprattutto agli anziani privi di un’adeguata situazione familiare. Il progetto prevede l’Assistenza Domiciliare, la Casa Protetta per anziani non autosufficienti e il Centro Diurno, ossia una struttura di prevenzione dell’isolamento, dell’autoemarginazione e del disagio psicologico. Si programmano attività socio-culturali, di animazione del tempo libero, di lavoro artigianale guidato,  di mensa comune.

Nel gennaio del 1987 l’Ente contribuisce alla costituzione della cooperativa “Insieme per Vivere” che darà attuazione al progetto, in convenzione con il comune di Bisceglie. . Don Pierino Arcieri, primo presidente, trova soprattutto in Pietro Spina e Gennaro Preziosa cooperatori validi e appassionati.

Nell’aprile del 1990 nello stesso contesto di valori, idee e persone, impegnate nel servizio agli ultimi, su sollecitazione in particolare di Pietro Spina, nasce la cooperativa “Uno tra noi” per assistere i diversamente abili ultradiciottenni.

Attualmente l’E. P. A. S. S. si configura come Ente Morale con personalità giuridica, iscritto al n. 61  dello Registro delle Persone Giuridiche del tribunale di Bari, all’anagrafe unica delle Onlus (sett. 01) e al registro generale delle organizzazioni di volontariato (n. 1412).

È iscritto alla Federazione Regionale Pugliese e alla Confederazione Nazionale dei Consultori d’Ispirazione Cristiana (CFC).

È componente del comitato promotore di finanza etica e microimpresa per Bisceglie Micro.Bi.

È componente del Gal Bisceglie-Trani.

È componente del CSV San Nicola di Bari.